Laboratori Scuola Primaria

​

  "Gulp!" disse Re Errore con stupore, preoccupazione e forte emozione.    

LABORATORIO CREATIVO

"Gli errori sono le porte della scoperta"

J. Joyce

In un periodo storico che ci vuole sempre perfetti, diventa necessario capire  precocemente l'importanza dell'errore come mezzo di conoscenza e esplorazione. La paura di sbagliare è uno dei mostri sotto al letto dei bambini e ciò impedisce loro di sbagliare in maniera costruttiva, imparando a riflettere. Gli alunni, condotti dall'operatore, comprenderanno che gli errori possono avere una valenza positiva e che "sono necessari, utili come il pane e spesso anche belli" (Rodari).

Il laboratorio permetterà loro di imparare a valorizzare l'"errore" comprendendone le potenzialità creative.

Obiettivi:

  • promuovere la creatività,

  • stimolare la capacità di osservazione

  • sviluppare la capacità di affrontare positivamente le piccole problematiche quotidiane

  • valorizzare l'errore come elemento costruttivo e creativo 

Soluzione A

"Il Buco. Cosa c'è lì dentro?" 

LABORATORIO CREATIVO SULLA CONSAPEVOLEZZA EMOTIVA

"Le difficoltà nascono non tanto dalle nuove idee, ma dal rifuggire dalle vecchie che sono ramificate in ogni angolo della nostra mente."

John Maynard Keynes

Attraverso la lettura di una storia si accompagneranno gli alunni in un viaggio all'interno di sè.

Il fine è quello di comprendere attraverso un percorso creativo e simbolico che ciò che è esterno non colma i nostri "buchi", i nostri vuoti emotivi, se noi non sappiamo riconoscere il bisogno che vi sta dietro. 

I bambini verranno accompagnati nell'elaborazione delle proprie emozioni in gruppo, sfruttando cos' la possibilità di normalizzare gli stati d'animo negativi e di vederli come importanti messaggi che arrivano da dentro e che ci informano su come stare bene. 

Obiettivi:

  • imparare a riconoscere e gestire le emozioni,

  • valorizzare le emozioni negative

  • allenarsi alla resilienza 

  • creare senso di appartenenza al gruppo

Soluzione A

"Le emozioni e i colori" 

LABORATORIO CREATIVO SULLA CONSAPEVOLEZZA EMOTIVA

"Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità, vengano a impregnarlo dei loro colori."

Fabrizio Caramagna 

L'autoconsapevolezza, e in particolare la capacità di riconoscere le proprie emozioni, è la chiave di volta dell'Intelligenza emotiva. Ogni emozione richiama un colore, così come ogni colore richiama un'emozione. Questa relazione ci permette di poter esplorare il mondo emotivo attraverso la via del gioco e della sperimentazione dei colori.

Attraverso questo laboratorio creativo, che si avvale della guida di un racconto, i bambini potranno elaborare in modo creativo l'espressione delle loro emozioni e riflettere su quelle altrui, sviluppando empatia.

Obiettivi:

  • Imparare a riconoscere e dare un nome alle emozioni

  • Sviluppare competenze relative al sé: autoconsapevolezza emotiva, senso critico e creatività

  • Sviluppare competenze che facilitino le relazioni interpersonali: empatia e osservazione non giudicante 

Soluzione A

 

"il Signor Punto va a fare una passeggiata" 

LABORATORIO CREATIVO

"Complicare è facile, semplificare è difficile. Per complicare basta aggiungere tutto quello che si vuole: colori, forme, decorazioni, personaggi, ambienti pieni di cose. Tutti sono capaci di complicare, pochi sono capaci di semplificare."

Bruno Munari

Quando guardiamo un dipinto ne cogliamo l'insieme, l'immagine globale di ogni insieme di forme.

Spesso non siamo consapevoli delle strutture che ci circondano e che noi stessi assumiamo nel corso della vita perché ci affidiamo a dei cliché. Per saper guardare la realtà senza stereotipi può aiutare l'esperienza di guardare l'opera d'arte nelle forme che realmente la compongono, scoprendone i gesti che l'hanno creata.

In questo laboratorio l'operatore, attraverso il confronto di alcune opere d'arte e l'osservazione del mondo che ci circonda, accompagnerà i bambini in un viaggio artistico focalizzando l'attenzione sulle linee. Il brainstorming sarà uno degli strumenti che ci accompagnerà verso la consapevolezza che il linguaggio visivo, ricco ed eterogeneo, esprime sentimenti e sensazioni. 

Obiettivi:

  • Stimolare l'attenzione focalizzata

  • Scoprire il linguaggio specifico delle immagini

  • promuovere la creatività attraverso la riorganizzazione originale di frammenti linguistici dell’arte

Soluzione A

"Viaggio nel Medioevo simbolico. Leoni e dragoni, l'armonia e il caos, il bene e il male."

 PERCORSO CONOSCENZA DEL TERRITORIO

Guidati dall'operatore con la tecnica del brainstormin gli studenti si attiveranno e condivideranno con i compagni le conoscenze pregresse sul Medioevo; il percorso prevede un'introduzione storica che metta in evidenza le caratteristiche e le peculiarità di questo periodo approfondendo l'aspetto fantastico e simbolico. Nel percorso itinerante andremo a caccia di animali di pietra, raffigurazioni curiose e bizzarre scolpite sulla facciata della cattedrale di Lucca e altre chiese cittadine cercando di carpire i vari significati che esse racchiudono, su richiesta sarà possibile visitare anche la bellissima sezione medievale del Museo di Villa Guinigi. 

Obiettivi:

  • individuare le funzioni comunicative dell’immagine

  • Stimolare l'attenzione focalizzata

  • Scoprire il linguaggio specifico del periodo storico

  • Contestualizzazione storica dell’opera d’arte

  • saper riconoscere in un messaggio visivo le tecniche, i materiali e le principali caratteristiche del linguaggio visuale

Soluzione ASoluzione BSoluzione C 

"Ritorno al passato: Lucca al tempo dei romani" 

PERCORSO CONOSCENZA DEL TERRITORIO

Gli studenti, sollecitati dall'operatore richiamando le conoscenze pregresse, saranno introdotti, attraverso un breve inquadramento generale, alla storia e all'organizzazione urbana di Lucca Romana e alla vita sociale e privata di quel tempo; l'operatore attraverso l'elicitazione coinvolgerà i ragazzi in una comunicazione interattiva, gli alunni saranno fruitori attivi delle informazioni e non ascoltatori passivi. Durante la visita saranno percorsi i luoghi e i resti ancora visibili in città. (A richiesta la visita alla sezione archeologica di Villa Guinigi.)

Obiettivi:

  • acquisire il concetto di bene culturale e ambientale e prendere coscienza della molteplicità delle manifestazioni artistiche del passato

  • sviluppare la capacità di percezione e di osservazione

  • conoscere e saper usare la terminologia specifica

  • sviluppo di conoscenze relative al periodo storico/artistico affrontato 

 

Soluzione ASoluzione BSoluzione C 

"Il Rinascimento a Lucca. Una passeggiata nella storia della città" 

PERCORSO CONOSCENZA DEL TERRITORIO

Obiettivi:

  • avvicinare gli studenti alla realtà della Lucca Rinascimentale, indagandone i contesti monumentali

  • favorire l’acquisizione delle caratteristiche peculiari del periodo storico

  • Imparare ad osservare con spirito critico

  • acquisire il concetto di bene culturale e ambientale e prendere coscienza della molteplicità delle manifestazioni artistiche del passato

  • sviluppare le capacità di percezione e di osservazione degli elementi artistici

Soluzione ASoluzione BSoluzione C 

"La creatività è senza dubbio la risorsa umana più importante. Senza creatività non ci sarebbe progresso e ripeteremmo sempre gli stessi schemi." Edward De Bono

Scegli la soluzione più adatta a te!

 

Soluzione A   

Incontro introduttivo a scuola

+

          laboratorio a scuola             

Soluzione   

Incontro introduttivo a scuola

+

             visita IN LOCO          

Soluzione C   

Incontro introduttivo a scuola

+

laboratorio a scuola

+

visita IN LOCO

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now